Le cose accadono. Continuamente.

Solo che, quando prendi in mano la tua vita e decidi di viverla al meglio, perché sai di avere solo una manciata di chances, inizi a guardarle con altri occhi…le cose che accadono.

A me è accaduto di sentirmi soffocare e di volermi iniziare a sporcare le mani per dare sfogo ad una creatività repressa.
È accaduto di alzare, per volontà caparbia, la serranda di un negozio, ristrutturato secondo il mio gusto e le competenze di un lavoro appena lasciato, di metter in pratica le tecniche apprese ad un corso base per fiorai, solo quelle, e di metterci anima e cuore, sempre e in tutto.
Mi è accaduto di aprire una pagina Facebook e un profilo Instagram -perché…non puoi non averli oggi se ti butti in una piccola attività- mi è accaduto di passare molto tempo sola e di scrivere, condividendoli con un semplice touch, i miei pensieri quotidiani, le mie emozioni, belle e brutte, le incazzature e le polemiche.
È accaduto che da lì si sia aperto un mondo: persone conosciute e abbracciate, esperienze condivise, opportunità accolte e percorse.
È accaduto di provare gioia vera durante gli allestimenti dei matrimoni, di ritrovarmi a piangere davanti ad ogni sposa, di spedire scatole e scatole di creazioni floreali, di scambiare mail, messaggi, di ricevere un “grazie” e molto altro di fronte ad un pacco scartato; “questo è l’effetto che fa la gioia di autoregalarsi dei fiori”, ho pensato spesso.
E altrettanto spesso mi è accaduto di sorridere, felice. Davvero molto, molto spesso.

Mi è accaduto di fermarmi e di sentire fortemente che questa strada ha un grande potenziale, sia dal punto di vista commerciale, che umano.
Mi sta accadendo di pensare ai bambini, i miei, e di avvertirne la mancanza come fosse IL vuoto da colmare.

Quindi, da Settembre, accadrà che OPI ILLI si trasferirà online. Lavorerò da casa, dove ho un intero piano, ampio e luminoso, da dedicare alla mia passione e dove terrò workshop, mentre accoglierò gli sposi in una sala elegante di una villa liberty.
Ci sarà un webshop e sarò libera di muovermi per eventi o workshop in città che vorranno ospitarmi.
Sarò felice di preparare una cena nei periodi più tranquilli, d’invitare gli amici il sabato sera, di assistere ad una partita di Gianmarco, o di lavorare fino a tardi, quando ce ne sarà bisogno, senza paura di abbassare la serranda al buio e di raggiungere il parcheggio.

Mi sono chiesta più volte se fosse il caso di fare una comunicazione così importante tanto presto…Voglio dire…Ci sono ancora alcuni mesi da trascorrere in negozio e c’è il rischio che alcuni clienti si affrettino a cercare un nuovo fioraio.
Eppure, nell’ultimo anno e mezzo, mi è accaduto di capire, finalmente, che la sincerità vince sempre.
Quindi eccomi qui, trasparente e con il cuore in mano, a dirvi che sono pronta e davvero molto entusiasta per questo nuova strada che mi sono tracciata e che è tutta da percorrere.
Ovviamente attendo i vostri pareri, consigli e suggerimenti, ma solo se preceduti da un abbraccio strettissimo!